GIORNO 4: DA EL ACEBO A FUENTAS NUEVAS (Ponferrada)

El Acebo – Fuentas Nuevas

28 km

image

Percorso

Non crediate che il percorso cambi molto. Per le prossime tre tappe il percorso sarà un sali e scendi di montagne. Se credete di aver provato la vera fatica fino alla Cruz de Hierro, beh, preparatevi al peggio. O meglio, dipende. Preparatevi a conoscere una forza che avete dentro e che nella vita quotidiana pensate di non avere. Se pensate ad un problema nel vostro quotidiano, pensate anche “cavolo se ho fatto il cammino, posso risolvere anche questo”.

Partendo da El Acebo il percorso si snoda in sali e scendi di montagne con strane sterrate, percorsi stretti e stradine che attraversano ruscelli. Passerete in mezzo alla montagna con alberi e fitti sentieri, dove perdersi non è difficile. Ma voi camminate e seguite la strada. Passata Riego de Ambros, arrivate con molta fatica a Molinaseca, un bel borgo dove potrete fare il bagno al fiume (Solo voi, la vostra Perrogrina vi può solo guardare in quanto ci sono cartelli enormi che negano ovviamente l’accesso al cane). Fermatevi a bere e mangiare qualcosa ma ricordatevi niente Bocadillos con tortilla di patatas perchè vi uccidono per il cammino. Usciti da Molinaseca, troverete strada sterrata e salite e discese per i boschi. Continuate fino a Campo, O Bao fino a Ponferrada. Una dritta che vi consiglio: il cammino vi suggerisce di prendere quello a piedi e di tagliare per il Campo. Non seguitelo. Allungherete di 2/3 km. Seguite la strada principale per Ponferrada. La città è molto bella, ci sono molti pellegrini che si fermano subito nei primi ostelli. Io vi consiglio, presi dall’entusiasmo della città dei Templari, di andare avanti un pò perchè l’uscita da Ponferrada è veramente interminabile.

image

Se volete fare un pausa in Ponferrada fatela all’inizio della città così poi potrete continuare per altre due/tre ore di cammino.

Una volta usciti da Ponferrada troverete la via del camino de Santiago. Una strada che inizia dal centro della città e vi porta fino ai paesi dopo. Qui la strada è tutta piana ma è una provinciale quindi tenete il vostro cane a guinzaglio.

Troverete Campostilla e poi ancora dopo tanto tanto cammino, Fuentas NUEVAS dove ci siamo fermate noi a dormire. Fino a Ponferrada la strada si alterna in sali e scendi abbastanza impegnativi che alternano sterrato alla strada provinciale. Da Ponferrada è tutta in discesa quindi noia a parte del tragitto su una strada provinciale, potete rilassare un pò i muscoli.

image

Pernottamento

Trovato su booking, l’Hostal Monteclaro è un piccolo alberghetto che trovate dentro una stradina sulla via principale. Con 20 euro potete dormire in una camera singola con bagno. L’Hostal è collegato ad un bar e alla sera c’è molta confusione finto all’una, le due del mattino. Ma con tappi alle orecchie si può tranquillamente dormire.

La camera l’ho trovata pulita ed in ordine. La pecca oltre alla confusione è che su booking è segnalata in Ponferrada mentre l’Hostal si trova a Fuentas Nuevas ovvero almeno 5 /7 km di distanza da Ponferrada.

Hostal Monteclaro

Avenida Antonio Cortes, 24 Ponferrada

Valutazione: 7/10

Costo: 20 euro

Diario

Non amo svegliarmi presto e sinceramente dopo aver scoperto  che in questa esperienza hanno ucciso una ragazza e hanno tentato di rapirne delle altre, beh, di certo non mi sveglio per partire con il buio come fanno molti pellegrini.

Partiamo tranquillamente da Casa del Peregrino e lentamente continuiamo a salire e scendere monti. Come se non ci fosse un domani. Il paesaggio è molto rilassante ma interminabile.  Lascio il mio bastone in ostello e dopo un km lo vado a riprendere. Dimenticato. Le salite si fanno molto faticose, ma l’aria è buona e i pensieri sono puliti. Cammino spesso ma non riesco a formulare un pensiero concreto perchè l’aria del mattino a 1000 metri di altezza mi svuota la mente. Arriviamo alla sera stravolte in hostal. E ci addormentiamo alle 21.30.

Un piccolo dettaglio. Dopo tre giorni di pensiero ho deciso di comprare anche alla Maggie la credenziale. Spero possa ricevere anche lei la COMPOSTELANA una volta arrivate.

Notte mondo